Polpette Vegetali di Pasta Avanzata e verdurine – Ricetta Riciclo

Polpette di Pasta Avanzata e Verdurine

Riciclare la pasta avanzata dal pranzo si può?! …E’ fattibile?? ..Mi era avanzato mezzo piatto di farfallette con piselli e zucchine e, non sapendo esattamente cosa farci, ho tentato questo “spolpettamento” 😀 …. Direi, con buoni risultati, per fortuna 🙂 .

INGREDIENTI:

  • Mezzo piatto di pasta con zucchine e piselli avanzata (ricetta qui)
  • 3 cucchiai di crusca di avena
  • 6 cucchiai di pangrattato
  • 1 cipolla cotta al vapore
  • 1 carota cotta al vapore
  • 1 cucchiaio e mezzo di gomasio
  • 1 spolverata di lievito alimentare
  • Pepe nero q.b.
  • Sale q.b. (qualora necessario)

PREPARAZIONE:

Pulire e affettare grossolanamente cipolla e carota, e porre in vaporiera per 4 minuti. Nel frattempo, nel mixer, iniziare ad inserire tutti gli altri ingredienti, ai quali uniremo anche le nostre verdurine al vapore. Dopodiché non dovremo far altro che mixare e dedicarci allo “spolpettamento selvaggio” :D.
Io ho poi regolato sapidità e spezie, e ultimato la cottura al crisp, per un risultato veloce e leggero.

image

image

Buon Appetito!!

Annunci

Spaghettini Integrali con Seitan Aromatico in Crema di Zucca e Patate

image

Per caso vi è rimasta un po’ di zuppa dalla cena dell’altra sera? Questo primo le concederà nuova veste 🙂 !

INGREDIENTI :

  • Zuppa avanzata (nel mio caso “questa“)
  • 100 g di seitan al naturale
  • Olio evo q.b.
  • 1/2 cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 misurino colmo di tamari
  • Spezie a piacere per la marinata del seitan (nel mio caso paprika dolce e piccante, pepe nero, aglio e cipolla in polvere)

PROCEDIMENTO :

Affettare il seitan a striscioline e poi a quadratini. Porre a marinare con le spezie che più gradite e mettere da parte. Tritare mezza cipolla al coltello e porla a rosolare con un filo di olio evo e 1 pizzico di sale, cosicché rilasci la propria umidità. Unire il seitan sul fuoco e lasciar rosolare. Sfumare mezzo bicchiere di vino bianco, nonché unire la zuppa avanzata e lasciare andare a fuoco moderato. Mantecare la pasta con una spolverata di lievito alimentare, e qualora necessario, aggiungere un po’ di acqua della pasta.

image

image

image

Velocissima, gustosissima e molto equilibrata! ..Buon appetito 🙂 !

Frittelle di Miglio al Crisp – Ricetta Riciclo

image

Se aveste provato il mio “migliotto con zucca e tempeh al rosmarino“e, alle volte, vi fosse avanzata una porzione, questa potrebbe rivelarsi un’ottima idea di recupero 🙂 .

IGREDIENTI :

  • Miglio avanzato
  • 1 cipolla tagliata grossolanamente
  • 1 carota
  • 2 cucchiai di crusca di avena
  • 1 cucchiaio di formaggio in polvere vegan
  • 1 spolverata di curcuma in polvere
  • Sale e pepe q.b.
  • 2 cucchiai di pangrattato (qualora fosse necessario ad addensare il composto)

PROCEDIMENTO:

Cuocere la cipolla tagliata grossolanamente, e la carota tagliata in rondelle, al microonde (3 minuti a 950 watt) avendo cura di mescolare dopo il primo minuto di cottura. Estrarre dal microonde e lasciare freddare. Condire nel frattempo il miglio con le spezie, aggiungere la crusca, il formaggio in polvere, e dopo aver passato al minipimer la carota e la cipolla, amalgamare il tutto in una terrina. Regolare di sale, pepe e densità, aggiungendo eventualmente del pangrattato al composto. A questo punto non sarà necessario altro che cuocere al crisp le nostre frittelle. Saranno sufficienti 4 minuti di cottura da un lato e 3 dall’altro 🙂 .

image

image

image

Buon appetito !!! 🙂

N.B. Chiaramente per la buona riuscita delle frittelle, molto dipenderà dal vostro forno, quindi il suggerimento è di provare con queste impostazioni monitorando la cottura (quantomeno per la prima volta) così da memorizzare le impostazioni adatte al vostro forno.

Polpette di Cous Cous Veg con Salsa ai Peperoni – Ricetta Riciclo

 DSC_1387

Partendo sempre dal presupposto che “non si butta via nulla”….oggi portiamo in tavola queste pallottine di cous cous, sane, leggere e sfiziose.

INGREDIENTI:

  • Cous cous al pomodoro con seitan, mandorle e pomodori secchi avanzato
  • Crusca di avena
  • Tofu
  • Parmigiano vegano q.b.
  • 1 cucchiaio di pangrattato tostato
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1 spolverata di paprika piccante

PER LA SALSA:

  • 1/2 peperone giallo
  • 1/2 peperone rosso
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaio di olio aromatico al basilico
  • 2 pomodorini ciliegini
  • Latte di soia q.b.
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Iniziamo pulendo accuratamente le verdure e ponendole in vaporiera per 4 minuti, così da poterci nel frattempo dedicare a impastare tutti i nostri ingredienti in una terrina, amalgamarli per bene fra loro e formare le nostre pallotte. Intanto, scolare le nostre verdurine a vapore, lasciarle freddare leggermente, nonché mixarle con il minipimer aggiungendo il latte e l’olio aromatico a filo, fino alla consistenza desiderata. Adesso non ci resta che porre sul fuoco una padella con pochissimo olio e cuocere le nostre polpettine di cous cous 🙂 !

DSC_1389

Frittelle Vegane con il Ripieno dei Peperoni Imbottiti alla Siciliana

DSC_4009

Purtroppo non sono arrivata ad immortalare in tempo i peperoni imbottiti di “Mamma Giovanna” (la mia mamma!! 😀 ) …quindi dovrete accontentarvi momentaneamente della ricetta post “peperoni imbottiti” 🙂 . Queste frittelle, in origine onnivore, erano fatte con le uova, ma noi oggi utilizzeremo la farina di ceci, e vi assicuro che il risultato è ottimo! Provare per credere!

INGREDIENTI: (**)

  • Pangrattato
  • Parmigiano Veg
  • 1 spicchio d’aglio spremuto
  • 1 cucchiaio raso di prezzemolo tritato
  • Mozzarisella o formaggio veg a piacere
  • Seitan (marinato con spezie a piacere, olio evo, tamari o shoyu, e leggermente rosolato, anche in microonde) pancetta di soia o altro salume vegetale a vostra scelta
  • Olio evo q.b.
  • Passata di pomodoro q.b.
  • Abbondante peperoncino in polvere (se gradito)
  • Sale q.b.
  • 4 cucchiai di farina di ceci colmi
  • Acqua q.b. fino ad ottenere una consistenza leggermente più lenta dello yogurt.

PROCEDIMENTO:

Con la farina di ceci, l’acqua e mezzo cucchiaino di sale creiamo una pastella liscia e senza grumi, che lasceremo riposare almeno una mezz’ora. A questa aggiungeremo l’impasto del ripieno avanzato dalla preparazione dei peperoni. Quando il tutto sarà ben amalgamato, con una consistenza sufficientemente soda da non scivolare dal cucchiaio se non dopo averlo volontariamente scrollato in maniera abbastanza decisa, saremo pronti per friggere e impiattare!

DSC_3990DSC_4001DSC_3998DSC_4025

Fatemi sapere se le provate! 🙂

N.B. ** Non ho specificato le dosi perchè in realtà io ho utilizzato il condimento crudo, avanzato dalla preparazione dei peperoni imbottiti (che non sono arrivata a fotografarvi in tempo). Replicherò la ricetta quanto prima in modo da poter fare un post ben dettagliato.

*** Per la ricetta completa dei Peperoni Imbottiti alla Siciliana, cliccare qui

Polpettine di Soia e Pan-Pizza Fritto (di Recupero)

DSC_4076

Come avrete ormai captato, io proprio odio gli sprechi di qualsiasi genere, tanto più quelli di tipo alimentare….

La ricetta di oggi è semplice e veloce, e se avete fatto anche voi i miei “Spaghettini con tritato di soia aromatico in salsa di anacardi” e vi è rimasto un po di tritato di soia già cotto e aromatizzato, vi consiglio assolutamente di provare senza pensarci due volte 🙂

INGREDIENTI:

  • 15  g di tritato di soia (rosolato con un po di cipolla, peperoncini dolci, zenzero, pomodorini e sfumato con vino bianco)
  • 1 cipolla medio-grande
  • 1 carota grande
  • 20 g di pomodorino
  • 4 palline di pane pizza avanzato (o del pane raffermo bagnato nel latte e strizzato)
  • 35 g di pangrattato
  • 4 g di semi di zucca tritati al coltello
  • 1 spolverata di noce moscata
  • 1 spolverata di paprika piccante
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE:

Affettare una cipolla a spicchi e tritare grossolanamente una carota al coltello. Aggiungere un giro di evo e un pizzico di sale e mettere in microonde alla massima temperatura per 3 minuti (nel mio caso a 950 watt). Contestualmente in un mixer tritare il pane pizza avanzato, o il pane raffermo ammollato e ben strizzato. Unire la carota e la cipolla rosolate al micro, e mixare aggiungendo il pomodorino previsto dalla ricetta, il tritato di soia avanzato, il pangrattato, e solo alla fine le spezie e i semi di zucca tritati. Regolare di sale e cuocere al forno o in padella.

DSC_4075

DSC_4079

DSC_4069

Le nostre polpettine sono pronte!!!!

Snack Patatoso con i resti del brodo vegetale

DSC_1757

Quella di oggi non è una vera e propria ricetta, è più il racconto di un esperimento in tempo reale, nato  dal nulla, in un pomeriggio qualsiasi….

“C’era una volta un brodino vegetale, fatto con una carota, due patate, una cipolla e aromi naturali….Quel brodo servì perfettamente al suo scopo, e venne fatto fuori del tutto, ma quelle povere verdurine rimasero sole e abbandonate, senza uno scopo designato, strizzate e messe da parte… Finché una signorina con un sopracciglio alzato ed aria pensosa non si avvicinò a loro....”

– Cosa mai aveva in mente…??

Aveva voglia di qualcosa di buono, soprattutto da poter “sgranocchiare”… Ed ecco che cosa le saltò in testa di sperimentare:

“Insieme alle sue verdurine rimaste, si armò di mixer, sac à poche, cucchiaio, puré in fiocchi e fecola di patate, ed iniziò a sperimentare…… Frullò gli ingredienti insieme fino ad una consistenza alquanto collosa, aggiustò di sale e aggiunse un pizzico di paprika ed un bel cucchiaione del suo formaggio in polvere vegan.. Nel frattempo mise sul fuoco vivace una padella in pietra con poco olio, e caricò la sac à poche col composto che aveva ottenuto….”

DSC_1720

DSC_1722

…e come per magia il suo snack si materializzò ai suoi occhi 😀 😀 !!

DSC_1745DSC_1751

Sformato di riso ai funghi con cannellini e besciamella alla curcuma

DSC_1594

..Vi è mai capitato di seguire una ricetta il cui risultato non vi soddisfacesse affatto??

A me si…ed è proprio il caso della ricetta di oggi!!! ..Non  di quella che vi propongo in questo post, ma di quella “rivisitata” e “rimaneggiata” che dà origine al tentativo di recupero che voglio condividere con voi 🙂 !

In origine si trattava di un risotto con funghi e fagioli cannellini, ottenuto con il più classico dei procedimenti: soffriggere la cipolla, rosolare i funghi, tostare il risotto, sfumare col vino, aggiungere il brodo fino a cottura e, 10 minuti prima del termine, aggiungere i cannellini già cotti, regolare di sale, e servire.

Inutile ribadire che il risultato non mi è piaciuto per niente, forse per l’accostamento degli ingredienti, forse perchè il mio palato è particolarmente esigente…non saprei! Fatto sta che il problema rimane: “cosa fare per recuperare 300 g di riso più condimento annesso…..??”

Ho innanzitutto pensato di farne uno sformato gratinato al forno….con qualche variazione!

INGREDIENTI:

  • pomodorini secchi – 8 g
  • 1 manciata abbondante di funghi porcini
  • 400 ml di latte di soia al naturale
  • 20 g di farina “0”
  • 10 g di formaggio in polvere vegan
  • 2 g di curcuma
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.
  • se avete un formaggio vegan fondente e/o filante da aggiungere a dadini, mettetelo pure!

PREPARAZIONE:

Inizieremo dal mettere in ammollo i pomodorini in acqua tiepida per almeno 40 minuti.

Nel frattempo ci dedicheremo alla besciamella. Unire in un tegame la farina, il formaggio in polvere vegan, la curcuma, 3 g di sale circa e aggiungere a filo, mescolando con una frusta, i 400 ml di latte previsti dalla ricetta. Con questo metodo non correrete alcun rischio che si formino grumi, ed in più ottterrete una besciamella assolutamente light (data l’assenza di grassi impiegati) .

Lasciare restringere su fuoco lento senza smettere di mescolare.

Intanto in una casseruola facciamo un soffritto veloce con uno spicchio d’aglio intero ma “inciso”, in modo che sprigioni al meglio il proprio aroma. Rosoliamo i porcini con un pizzico di peperoncino in grani, nonchè uniamo i pomodorini secchi strizzati e ridotti in striscioline. Il condimento non dovrebbe necessitare l’aggiunta di sale, data la sapidità dei pomodori secchi, ma regolate a vostro gusto. Sfumiamo con un po’ di vino bianco ed aggiungiamo prezzemolo fresco tritato.

Possiamo correggere il nostro risotto, dargli una mantecata con i porcini ed i pomodori secchi, una spolverata di lievito alimentare, coprire con la besciamella alla curcuma ed un altro po’ di formaggio in polvere vegan, ed infornare.

DSC_1563DSC_1570

Io ho scelto la cottura “grill + microonde”. In 15 minuti lo sformato era pronto.

DSC_1586

P.S. Non so voi, ma personalmente poche cose mi rendono felice come riuscire a “salvare” (non solo il “salvabile”)…bensì riuscire a riqualificare e dar “nuova vita” a qualsiasi cosa potesse darsi per spacciata…. Diciamo che sono una che crede nelle seconde possibilità 😀 !

Hamburger Vegan di Lenticchie al Curry – Ricetta riciclo

DSC_0010

Se avete fatto il “dahl”, cioè la zuppa di lenticchie al curry che ho pubblicato ieri, e ve ne fosse avanzato un po’, questa può essere un’idea per dargli nuova vita 🙂 .

Sarà sufficiente porre il quantitativo rimanente su fuoco moderato, in una padella antiaderente (o in pietra preferibilmente) e lasciare andare, mescolando frequentemente, finché non si siano persi la maggior parte dei liquidi per evaporazione, nonché porre a raffreddare finché quantomeno tiepido.

A questo punto, alla “pasta” rimanente, andremo ad aggiungere:

  • Farina di riso per la ricetta senza glutine (altrimenti potreste preferir di utilizzare crusca di avena)
  • Farina di ceci
  • Mandorle tritate
  • Coriandolo fresco tritato (ma andrà ugualmente bene quello secco macinato)
  • Sale se lo reputaste necessario
  • Una spolveratina di pepe bianco se gradite

Impastiamo gli ingredienti, formiamo i nostri hamburger, e giriamoli nel pangrattato senza glutine (o in quello classico nel caso in cui non aveste problemi di intolleranze). Non manca che cuocerli 🙂 !

Ottimi in padella leggermente oleata o al forno tradizionale, ma vengono benissimo anche cotti con il piatto crisp al microonde; io ho scelto proprio quest’ultimo tipo di cottura .

DSC_0008

Ecco i miei panini** conditi con lattuga ice-berg, insalata di pomodoro fresco, cipolla e un giro di olio aromatico al basilico fatto in casa!

** N.B. I panini di cui al link ipertestuale non sono adatti ai celiaci, per cui assicuratevi di scegliere un’alternativa glutine free.**

Arancinette “Italo-Indiane” di riso basmati al cardamomo – Ricetta Riciclo!

DSC_1182

Ieri a pranzo avevo fatto questo ottimo risotto al cardamomo (ricetta di Il goloso mangiar sano) .. Senza glutine, speziato, fresco e velocissimo da fare, in quanto realizzato con la cottura indiana**.

Me ne era avanzato un po’ e, siccome ODIO buttare il cibo (ma a dire il vero anche altro oltre al cibo 😀 ) ho “spolpettato” questo finger food dal gusto etnico aggiungendo 3 semplicissimi ingredienti: crusca di avena, farina di mais fioretto (per dare quella croccantezza in più) e pangrattato!

Vi do le dosi approssimative:

  • 75 g di riso avanzato
  • 18 g circa di crusca di avena
  • Farina di mais fioretto  per la panatura q.b.
  • Pangrattato per la panatura q.b.
  • Sale q.b. e se volete uno zic di paprika!

Et voilà:

DSC_1179

Come promesso: piccolo sforzo, zero sprechi e massimo risultato!

N.B. Importante: se siete celiaci e avete bisogno che la ricetta mantenga i propri connotati gluten free, sostituite della farina di riso alla crusca di avena e utilizzate per la panatura finale un pangrattato senza glutine, o della farina di mais tostata.

** La cottura all’indiana prevede che si inseriscano contestualmente tutti gli ingredienti in un tegame dal fondo spesso e, posto lo stesso su fiamma tenue (con coperchio) per 15 min, senza aprire né mescolare, il riso, avrà assorbito tutta l’acqua e risulterà insaporito, quindi si potrà sgranare e servire. #asbattimentozero !