Migliotto di Zucca e Tempeh al Rosmarino con Cuisine Companion

image

Con l’arrivo della stagione fredda si fa sempre più costante il bisogno di un’alimentazione  “confortante” e “restitutiva”, che ci fornisca i giusti nutrienti colmando contestualmente anche quel bisogno di tepore e rassicurazione. Il piatto di oggi si inquadra proprio in questi canoni.

INGREDIENTI:

  • 200 g di miglio decorticato
  • 300  g di zucca
  • 100 g di tempeh fatto a cubetti
  • 1 cipolla tritata
  • 1 spicchio di aglio tritato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2 misurini di tamari
  • Olio evo q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • 2 cucchiai rasi di parmigiano vegan per mantecare, se gradito

PREPARAZIONE:

Iniziare tagliando in cubetti il tempeh e preparando la marinata con 2 misurini di tamari, un giro di olio evo e rosmarino q.b. Lasciare da parte cosicché abbia modo di insaporirsi per bene. Sbucciare intanto la cipolla e lo spicchio di aglio e porre il tutto nel Cuisine Companion, azionare a velocità 11 con lama ultrablade per 10 secondi. Cambiare la lama con la pala mescolatrice  e aggiungere un giro di olio evo, nonché attivare il programma slow cook P1 per 5 minuti. Aggiungere il tempeh con tutta la marinata e prolungare le impostazioni altri 5 minuti. Nel frattempo pulire accuratamente la zucca e ridurla in piccoli pezzi. Aggiungerla al boccale con le stesse impostazioni per altri 5 minuti, regolando di sale e pepe. Unire il miglio e tostare per 2 minuti, nonché aggiungere il vino e lasciare sfumare (sempre con slow cook P1)**. Ora non dobbiamo che ricoprire il tutto con 600 ml di brodo ed impostare 28 minuti di cottura a 100° – velocità 2.

A due minuti dal termine della cottura, se lo gradite, aggiungete il parmigiano vegano e una bella spolverata di noce moscata. Se necessario regolate ulteriormente il sale, ma non dovrebbe essere necessario.
image

image

image

image

image

image

image

image

  Bon appetit!!

N.B. ** Nel caso in cui non disponeste di questo tipo di robot e steste cucinando in maniera tradizionale, vi basterà aver cura di mescolare costantemente su fiamma vivace.

*** Per gustare al meglio questo piatto, lasciate riposare 10 minuti prima di servire 🙂 .

Annunci

Quinoa ai 3 Pomodori con Basilico e Semi di Zucca – Ricetta con Cuisine Companion

DSC_4236

Erroneamente scambiata dai più per un cereale, la quinoa è una pianta erbacea appartenente alla categoria delle barbabietole e degli spinaci. Alimento molto salutare e adatto ai celiaci, si presta facilmente a preparazioni di tipo diverso, dall’antipasto al dolce, con un interessante apporto proteico. Ottimo apportatore di riboflavina, (vitamina B2), è in grado di ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania e di favorire i processi metabolici delle cellule muscolari e cerebrali.

La ricetta di oggi è semplicissima e veloce, specialmente se ad occuparsene sarà il “nostro compagno di cucina” 🙂 !

INGREDIENTI:

  • 150 g di quinoa
  • 300 ml di acqua (2 volte la quinoa)
  • 1 cipolla
  • 150 g di pomodorini tagliati in quarti
  • 1 confezione da 230 g di passata di pomodoro in pezzi
  • 20 g di triplo concentrato di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • 1 manciata di semi di zucca tritati al coltello
  • Basilico
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Tritare la cipolla per 10 secondi a velocità 11 con lama ultrablade. Rosolare con un filo di olio evo impostando slow cook P1. Aggiungere i pomodorini tagliati in quarti e continuare a rosolare con le stesse impostazioni per altri 3 minuti. A questo punto aggiungere la quinoa, 2 minuti Slow cook P1, aggiungere il vino e lasciare sfumare per altri 2 minuti. Dare 1 spolverata di sale e pepe e unire il triplo concentrato di pomodoro, la passata di pomodoro a pezzi e l’acqua prevista dalla ricetta. Impostare slow cook P3 per 20 minuti a 95°. A fine cottura regolare di sale, aggiungere il basilico fresco e i semi di zucca tritati grossolanamente.

Consumare dopo qualche minuto di riposo.

DSC_4241

Miglio al ragù di Seitan con Funghi e Patate – Preparazione con Cuisine Companion

DSC_1796

Oggi parliamo di un piatto unico, un po’ diverso dal solito; parliamo del miglio, un cereale dalle ottime caratteristiche: non contiene glutine, è alcalinizzante, di facile digestione, naturalmente energizzante e adatto in caso stanchezza e stress (specie quello mentale). Ricco di sali minerali, ferro, fosforo, magnesio, fluoro e silicio, si rivela (principalmente grazie a quest’ultimo) prezioso per la bellezza della pelle, di unghia e capelli. Può inoltre considerarsi, nell’alimentazione vegana, un buon sostituto dell’uovo, grazie al suo importante contenuto in amidi.

Andiamo alla ricetta….

INGREDIENTI:

  • 200 g di miglio decorticato (abbondantemente sciacquato e scolato)
  • 120 g di seitan al naturale
  • 100 g di funghi misti (i miei erano surgelati)
  • 1 patata media tagliata a dadini
  • 1 cipolla piccola
  • 1 spicchio d’aglio spremuto
  • 620 ml di brodo vegetale
  • olio evo q.b.
  • sale (qualora fosse necessario, ma nel mio caso non lo è stato)
  • 2 cucchiaini di lievito alimentare

PER LA MARINATURA DEL SEITAN:

  • paprika dolce
  • peperoncino in polvere
  • aglio in polvere
  • cipolla in polvere
  • 2 cucchiaini di tamari
  • 1 giro di olio evo

PREPARAZIONE:

Iniziare sciacquando abbondamente il miglio e lasciandolo a scolare. Tagliare il seitan a striscioline e poi a quadratini e metterlo a marinare con le spezie previste dalla ricetta. Nel cuisine companion intanto tritare insieme una cipolla e uno spicchio d’aglio con la lama ultrablade, 20 secondi a velocità 11. Cambiare la lama ultrablade con la pala mescolatrice, aggiungere un giro di olio evo ed impostare il programma P1 – 130° – per 5 minuti. Unire il seitan con la sua marinatura e riavviare il programma P1 – 130° per 5 minuti. Unire i funghi, salare leggermente e riavviare nuovamente il programma.

Allo scadere dei 5 minuti, unire il miglio, tostare per 2 minuti (utilizzando sempre la stessa impostazione), e sfumare con il vino bianco. Aggiungere il brodo vegetale ed impostare manualmente cottura 100° velocità 2  per 28 minuti.

Due minuti prima della fine aggiungere il lievito alimentare e riavviare il programma fino al termine.

DSC_1799

Siamo pronti per mangiare! 🙂 Buon appetito!

 

N.B. Qualora non possedeste questo robot da cucina, procedete come fareste per un comunissimo risotto, rosolando aglio e cipolla, seitan, funghi.. Lasciando tostare il miglio a fuoco basso, sfumando col vino e aggiungendo il brodo rimestando fino a cottura! Prima di consumarlo lasciatelo riposare una decina di minuti, sprigionerà tutti i sapori al meglio!

Sformato di riso ai funghi con cannellini e besciamella alla curcuma

DSC_1594

..Vi è mai capitato di seguire una ricetta il cui risultato non vi soddisfacesse affatto??

A me si…ed è proprio il caso della ricetta di oggi!!! ..Non  di quella che vi propongo in questo post, ma di quella “rivisitata” e “rimaneggiata” che dà origine al tentativo di recupero che voglio condividere con voi 🙂 !

In origine si trattava di un risotto con funghi e fagioli cannellini, ottenuto con il più classico dei procedimenti: soffriggere la cipolla, rosolare i funghi, tostare il risotto, sfumare col vino, aggiungere il brodo fino a cottura e, 10 minuti prima del termine, aggiungere i cannellini già cotti, regolare di sale, e servire.

Inutile ribadire che il risultato non mi è piaciuto per niente, forse per l’accostamento degli ingredienti, forse perchè il mio palato è particolarmente esigente…non saprei! Fatto sta che il problema rimane: “cosa fare per recuperare 300 g di riso più condimento annesso…..??”

Ho innanzitutto pensato di farne uno sformato gratinato al forno….con qualche variazione!

INGREDIENTI:

  • pomodorini secchi – 8 g
  • 1 manciata abbondante di funghi porcini
  • 400 ml di latte di soia al naturale
  • 20 g di farina “0”
  • 10 g di formaggio in polvere vegan
  • 2 g di curcuma
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.
  • se avete un formaggio vegan fondente e/o filante da aggiungere a dadini, mettetelo pure!

PREPARAZIONE:

Inizieremo dal mettere in ammollo i pomodorini in acqua tiepida per almeno 40 minuti.

Nel frattempo ci dedicheremo alla besciamella. Unire in un tegame la farina, il formaggio in polvere vegan, la curcuma, 3 g di sale circa e aggiungere a filo, mescolando con una frusta, i 400 ml di latte previsti dalla ricetta. Con questo metodo non correrete alcun rischio che si formino grumi, ed in più ottterrete una besciamella assolutamente light (data l’assenza di grassi impiegati) .

Lasciare restringere su fuoco lento senza smettere di mescolare.

Intanto in una casseruola facciamo un soffritto veloce con uno spicchio d’aglio intero ma “inciso”, in modo che sprigioni al meglio il proprio aroma. Rosoliamo i porcini con un pizzico di peperoncino in grani, nonchè uniamo i pomodorini secchi strizzati e ridotti in striscioline. Il condimento non dovrebbe necessitare l’aggiunta di sale, data la sapidità dei pomodori secchi, ma regolate a vostro gusto. Sfumiamo con un po’ di vino bianco ed aggiungiamo prezzemolo fresco tritato.

Possiamo correggere il nostro risotto, dargli una mantecata con i porcini ed i pomodori secchi, una spolverata di lievito alimentare, coprire con la besciamella alla curcuma ed un altro po’ di formaggio in polvere vegan, ed infornare.

DSC_1563DSC_1570

Io ho scelto la cottura “grill + microonde”. In 15 minuti lo sformato era pronto.

DSC_1586

P.S. Non so voi, ma personalmente poche cose mi rendono felice come riuscire a “salvare” (non solo il “salvabile”)…bensì riuscire a riqualificare e dar “nuova vita” a qualsiasi cosa potesse darsi per spacciata…. Diciamo che sono una che crede nelle seconde possibilità 😀 !