Dupe Clarisonic 2015: Recensione Spazzola a Ultrasuoni Silvercrest

image

Una settimana/dieci giorni fa, ho acquistato questa spazzola a ultrasuoni per la pulizia del viso da lidl, a marca Silvercrest, per la modica cifra di 34 euro e poco più. L’ho acquistata nonostante non abbia trovato alcuna recensione a riguardo sul web (ed io in genere, prima di qualsiasi acquisto, voglio avere le idee ben chiare) il fatto però che fosse ad ultrasuoni, con diversi tipi di movimento/massaggio, cordless e senza batterie, e dall’aspetto abbastanza solido, nonché accattivante, mi ha comunque ben predisposta all’acquisto. Bene, alle prime impressioni, non me ne sono pentita affatto!! 🙂

Nella confezione ci sono due testine di ricambio per pelli normali (con la base di colore rosa) più una per pelli sensibili di colore bianco, già montata in bella vista sull’apparecchio, il caricabatterie da rete, la base di appoggio (nonché stazione di ricarica per il cordless) e l’astuccio da viaggio, molto comodo e igienico nell’eventualità di occasionali spostamenti.

L’impressione tattile iniziale è ottima, sia per quanto riguarda il materiale del corpo principale (antiscivolo, soft touch direi, quasi antistress, non la solita plastica) sia per quanto riguarda le spazzole, veramente molto delicate sulla pelle.

Dopo la prima ricarica di circa 15 ore, l’apparecchio è del tutto carico e utilizzabile. Sul libretto del produttore parlano di circa 40 minuti di autonomia in funzionamento, ma su questo non so ancora dirvi nulla in quanto, dopo la prima carica, l’apparecchio non manifesta ancora alcuna necessità di essere ricaricato. C’è da considerare che questa spazzola, quotidianamente, va utilizzata per circa 15 secondi sulla fronte, 15 su naso e mento, e 15 su ogni guancia, quindi prima di terminare effettivamente tutta la sua autonomia, ci metterà un po’ 🙂 .

Parliamo un attimo delle “impostazioni” disponibili. La spazzola ha 4 funzioni, che si gestiscono con la pressione del pulsantino di attivazione centrale: alla prima pressione si attiva il programma di pulizia delicata (la spia si illumina di verde) la spazzola vibra lentamente, alla seconda pressione si attiva il programma di pulizia profonda, una vibrazione più rapida permette un peeling più efficace (la spia diventa blu) , alla terza pressione la luce diventa verde e lampeggia, ed entra in modalità massaggio delicato, mentre con la quarta pressione parte il massaggio profondo (vibrazione e luce pulsante blu), per poi spegnersi alla quinta pressione.

Le ultime due funzioni sono essenzialmente dedicate all’applicazione di prodotti di bellezza, come creme o fluidi, ma personalmente preferisco scindere queste due fasi nell’arco della giornata, effettuando la mattina una detersione accurata con quest’apparecchio associato ad un detergente naturale e delicato, nonchè procedendo con l’applicazione manuale della consueta crema giorno, ed effettuando invece la sera una detersione classica con pannetto in microfibra (anche per non stressare troppo la pelle) e procedere piuttosto, all’applicazione della crema notte, sfruttando le opzioni massaggio di questo “cepillo” silvercrest.

Mi riservo di continuare a monitorare gli effetti sulla pelle di questa piccola spa a ultrasuoni nel lungo raggio, ma alle prime battute devo veramente dire che stento a trovare aspetti negativi.

image

image

image

AGGIORNAMENTO RICAMBI: Dato che ho ricevuto molte richieste per quanto riguarda la reperibilità dei pezzi di ricambio, nello specifico delle testine, oggi finalmente ho trovato un attimo per aggiornare il post con tutte le informazioni che sono riuscita a reperire a riguardo 🙂 . Purtroppo non sono in vendita ancora su nessun portale italiano, ma potrete tranquillamente reperirle su questo sito tedesco: http://hoyer.teknihall.de/personal-care/36/buersten-aufsatz-sensitiv-0-08-mm-fuer-silvercrest-ssgrb500a1

Cliccando sul link si aprirà la schermata delle testine per pelli sensibili (0,08mm Nylon) venduta in confezione da 4 pezzi, diversa dalla testina bianca in dotazione, ma  comunque per la mia pelle sufficientemente delicata (fortunatamente!!!) . Nello scambio di mail con la support Hoyer,  mi hanno poi assicurato che sullo stesso sito è possibile reperire anche le spazzole per pelli normali (0,10mm) (sempre 4 pezzi) e le testine “a spugnetta” che  sono quelle che io generalmente utilizzo per l’applicazione della crema: http://hoyer.teknihall.de/personal-care/34/schwamm-aufsatz-fuer-silvercrest-ssgrb500a1.

Sperando di esservi stata di aiuto, anche perché reperire questi pezzi è stata un’odissea anche per me (e ve lo assicuro!! ) 😀 , vi abbraccio 🙂 !!

N.B. Ci tengo a precisare che questa recenzione non è motivata da alcuna collaborazione, bensì dal semplice desiderio di condividere un’opinione personale sul prodotto in questione.

Annunci

Tagliatelle Pesto Fagiolini e Patate

image

Oggi una ricetta velocissima, ma non per questo meno godereccia 😀 ! Noi la adoriamo!!

INGREDIENTI:

  • 200 g di tagliatelle (non all’uovo)
  • 100 g di fagiolini surgelati
  • 1 patata  media e 1 piccolina
  • Olio evo q.b
  • Sale q.b.
  • Pesto di basilico q.b. (80 g circa nel mio caso)

PREPARAZIONE:

Per prima cosa mettere sul fuoco la pentola con l’acqua, cosicchè inizi a bollire. Salarla adeguatamente e tuffarvi i fagiolini per 6 minuti, nonchè scolarli quando ancora croccanti. Porli in una terrina e tagliarli in 2 parti. Sbucciare le patate previste dalla ricetta, tagliarle a dadini non troppo grossi e tuffarle nella stessa acqua bollente. Non appena il bollore si rialza, versare anche le tagliatelle, cosicchè siano pronte insieme alle patate.

Nel frattempo porremo nella terrina con i fagiolini, il nostro pesto di basilico, un po’ di olio evo e un po’ di acqua di cottura, in modo da rendere la salsa un po’ più cremosa. Scolare le tagliatelle e le patate ed amalgamare il tutto nella terrina con il resto del condimento!

image

 image

image

image

image

Buon appetito! !

Polpette Vegetali di Pasta Avanzata e verdurine – Ricetta Riciclo

Polpette di Pasta Avanzata e Verdurine

Riciclare la pasta avanzata dal pranzo si può?! …E’ fattibile?? ..Mi era avanzato mezzo piatto di farfallette con piselli e zucchine e, non sapendo esattamente cosa farci, ho tentato questo “spolpettamento” 😀 …. Direi, con buoni risultati, per fortuna 🙂 .

INGREDIENTI:

  • Mezzo piatto di pasta con zucchine e piselli avanzata (ricetta qui)
  • 3 cucchiai di crusca di avena
  • 6 cucchiai di pangrattato
  • 1 cipolla cotta al vapore
  • 1 carota cotta al vapore
  • 1 cucchiaio e mezzo di gomasio
  • 1 spolverata di lievito alimentare
  • Pepe nero q.b.
  • Sale q.b. (qualora necessario)

PREPARAZIONE:

Pulire e affettare grossolanamente cipolla e carota, e porre in vaporiera per 4 minuti. Nel frattempo, nel mixer, iniziare ad inserire tutti gli altri ingredienti, ai quali uniremo anche le nostre verdurine al vapore. Dopodiché non dovremo far altro che mixare e dedicarci allo “spolpettamento selvaggio” :D.
Io ho poi regolato sapidità e spezie, e ultimato la cottura al crisp, per un risultato veloce e leggero.

image

image

Buon Appetito!!

Farfalle Artigianali con Piselli e Zucchine – Ricetta Cuisine Companion

image

Oggi avevo voglia di qualcosa di buono ma al contempo leggero, e guardando dentro il frigorifero, mi sono accorta di questa zucchinetta che giaceva abbandonata… Nel freezer avevo invece dei pisellini finissimi… L’accoppiata con queste farfallette artigianali così colorate, mi è sembrata vincente! Andiamo alla ricetta 🙂 .

INGREDIENTI (x 3 persone) :

  • 250 g di farfalle
  • 250 g di zucchine
  • 130 g di piselli
  • 1 cipolla a fette
  • 100 g di pomodorini ciliegini
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • Olio evo q.b.
  • 25 g di formaggio vegan in polvere
  • 345 g di acqua
  • Sale q.b. (un paio di pizzichi)

PROCEDIMENTO:

Con lama ultrablade, a velocità 10 per 9 secondi, affettare grossolanamente la cipolla e rosolarla col programma slow cook P1, aggiungendo un giro di olio evo e avendo cura di sostituire la lama ultrablade con la pala mescolatrice. Aggiungere la zucchina, mondata e tagliata a rondelle, ed i piselli, un pizzico di sale e pepe, e prolungare di 3 minuti la durata del programma. Versare mezzo bicchiere di vino bianco e lasciare sfumare per i restanti 2 minuti. Adesso possiamo unire la pasta e l’acqua calda (per meglio dire “bollente”) prevista dalla ricetta, aggiungendo 2 pizzichi di sale. Impostare manualmente il tempo di cottura (calcolando il tempo riportato sulla confezione più 2 minuti) a 100° velocità 2. A questo punto non dovrete che controllare la cottura,  e mantecare aggiungendo il formaggio in polvere!

 

image

image

image

Buon appetito! !

Spaghettini Integrali con Seitan Aromatico in Crema di Zucca e Patate

image

Per caso vi è rimasta un po’ di zuppa dalla cena dell’altra sera? Questo primo le concederà nuova veste 🙂 !

INGREDIENTI :

  • Zuppa avanzata (nel mio caso “questa“)
  • 100 g di seitan al naturale
  • Olio evo q.b.
  • 1/2 cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 misurino colmo di tamari
  • Spezie a piacere per la marinata del seitan (nel mio caso paprika dolce e piccante, pepe nero, aglio e cipolla in polvere)

PROCEDIMENTO :

Affettare il seitan a striscioline e poi a quadratini. Porre a marinare con le spezie che più gradite e mettere da parte. Tritare mezza cipolla al coltello e porla a rosolare con un filo di olio evo e 1 pizzico di sale, cosicché rilasci la propria umidità. Unire il seitan sul fuoco e lasciar rosolare. Sfumare mezzo bicchiere di vino bianco, nonché unire la zuppa avanzata e lasciare andare a fuoco moderato. Mantecare la pasta con una spolverata di lievito alimentare, e qualora necessario, aggiungere un po’ di acqua della pasta.

image

image

image

Velocissima, gustosissima e molto equilibrata! ..Buon appetito 🙂 !

Frittelle di Miglio al Crisp – Ricetta Riciclo

image

Se aveste provato il mio “migliotto con zucca e tempeh al rosmarino“e, alle volte, vi fosse avanzata una porzione, questa potrebbe rivelarsi un’ottima idea di recupero 🙂 .

IGREDIENTI :

  • Miglio avanzato
  • 1 cipolla tagliata grossolanamente
  • 1 carota
  • 2 cucchiai di crusca di avena
  • 1 cucchiaio di formaggio in polvere vegan
  • 1 spolverata di curcuma in polvere
  • Sale e pepe q.b.
  • 2 cucchiai di pangrattato (qualora fosse necessario ad addensare il composto)

PROCEDIMENTO:

Cuocere la cipolla tagliata grossolanamente, e la carota tagliata in rondelle, al microonde (3 minuti a 950 watt) avendo cura di mescolare dopo il primo minuto di cottura. Estrarre dal microonde e lasciare freddare. Condire nel frattempo il miglio con le spezie, aggiungere la crusca, il formaggio in polvere, e dopo aver passato al minipimer la carota e la cipolla, amalgamare il tutto in una terrina. Regolare di sale, pepe e densità, aggiungendo eventualmente del pangrattato al composto. A questo punto non sarà necessario altro che cuocere al crisp le nostre frittelle. Saranno sufficienti 4 minuti di cottura da un lato e 3 dall’altro 🙂 .

image

image

image

Buon appetito !!! 🙂

N.B. Chiaramente per la buona riuscita delle frittelle, molto dipenderà dal vostro forno, quindi il suggerimento è di provare con queste impostazioni monitorando la cottura (quantomeno per la prima volta) così da memorizzare le impostazioni adatte al vostro forno.

Tortini Salati Senza Lievitazione

image

Dovete preparare un aperitivo improvvisato con amici, ma volete comunque proporre qualcosa di sfizioso? ….Questi tortini-muffin salati senza lievitazione potrebbero essere una buona idea per un finger food d’effetto,  ma di veloce realizzazione 🙂 .

INGREDIENTI :

  • 200 g di farina 0
  • 200 g di farina 1 (semi-integrale)
  • 100 g di farina 2 (integrale)
  • 270 g di acqua
  • 30 g di olio extra vergine di oliva
  • 1 bustina di lievito istantaneo “NON VANIGLIATO”
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di zucchero di canna

PER IL RIPIENO:

  • 230 g di pomodoro pelato
  • 700 g di passata di pomodoro
  • 400 g di melanzane
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio di’aglio intero
  • Finocchietto q.b
  • Mozzarisella a cubetti
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Peperoncino q.b.

PER LA MARINATA DEL SEITAN:

  • 100 g di seitan tagliato a quadrucci
  • 1 misurino di tamari
  • 1 giro di evo
  • Paprika dolce q.b.
  • Aglio in polvere q.b.
  • Cipolla in polvere q.b.
  • Paprika piccante q.b.

PROCEDIMENTO:

Tagliare il seitan in quadrucci e metterlo da parte a marinare con gli ingredienti citati in ricetta. Intanto preparare i pirottini o la teglia per i muffin, e curarsi di ungere lo stampo con una miscela liquida di olio e farina, cosicché l’impasto non si attacchi in cottura.

In una casseruola rosolare mezza cipolla tritata e 1 spicchio d’aglio intero (semplicemente sbucciato e intaccato con la lama del coltello). Affettare la melanzana a cubetti e rosolare a fiamma viva. Aggiungere il finocchietto fresco tritato ed il pomodoro pelato e regolare di sale e peperoncino. Aggiungere la passata di pomodoro e terminare la cottura con un coperchio con valvola di sfiato. Adesso che il nostro condimento è in cottura, versare nel Cuisine Companion la farina, l’acqua, lo zucchero, il lievito, l’olio, il sale ed impastare col programma impasti P2, fino ad ottenere un composto compatto ed omogeneo.

Per quanto riguarda il seitan, se avete poco tempo per rosolarlo in padella, sarà sufficiente porlo in un contenitore adatto al microonde (con tutta la marinata) disponendolo in maniera piuttosto distanziata, e lasciarlo andare alla massima potenza (950 watt nel mio caso) per due minuti. A questo punto sarà pronto per essere utilizzato.

Preriscaldare il forno a 180 gradi e dedicarsi all’impasto: dividerlo in 12 palline di eguale dimensione e stenderne ognuna dandogli una forma circolare. Al centro di ogni cerchietto porre un po’ di pomodoro e melanzane, il seitan a pezzettini, una spruzzata di olio evo, una spolverata di formaggio in polvere vegan e, se gradite, qualche cubetto di mozzarisella.  Per aiutarvi ulteriormente potrete porre i cerchietti già all’interno dello stampo e finire di riempirli già lì, oppure  chiudere l’impasto a mo’ di fagottino (qualora voleste ottenere dei muffin veri e propri)  ponendo sopra ognuno dei fagottini un cucchiaino di sugo, un filo d’olio, e magari un po’ di origano.

image

image

image

Infornare, facendoli cuocere per una ventina di minuti a 180°.

image

Siamo pronti per sfornare e portare in tavola 😉 !

N.B. Questa ricetta si presta bene all’impiego di qualsiasi condimento, onnivoro, vegano o vegetariano, e può diventare una sorta di ricetta “svuota frigo”, comoda per far fuori gli avanzi o gli alimenti vicini a scadenza 🙂 .

 

Zuppa di Zucca e Patate con Cuisine Companion

image

E stasera cosa si mangia?! ….Zuppa!  🙂 Una zuppa semplice semplice!

INGREDIENTI:

  • 400 gr di zucca
  • 200 gr di patate
  • 1 cipolla
  • Brodo vegetale home-made o comunque senza glutammato di sodio fino a coprire le verdure
  • 3 cucchiai colmi di formaggio in polvere vegan
  • Olio evo q.b. + 1 giro a crudo
  • 1 spolverata di lievito alimentare se gradito
  • Noce moscata q.b.
  • Sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO:

Mondare e tagliare a cubetti la zucca e le patate.
Sbucciare la cipolla, tagliarla in quarti e porla nel Cuco con lama ultrablade a velocità 11 per 10 secondi. Unire un giro di evo e impostare slow cook P1 per 3 minuti. Unire adesso la zucca e le patate, spolverare con un pizzico di sale e lasciare andare per altri 2 minuti, nonché coprire le verdure con il brodo.
Fare cuocere per mezz’ora circa, impostando il programma salse P2. Regolare di sale, pepe, noce moscata, ed aggiungere il formaggio in polvere.
Qualora la zuppa non fosse sufficientemente liscia, impostare velocità 12 per 20/30 secondi.
Cospargere con una spolverata di lievito alimentare e un giro di olio evo e servire ben calda.

image

image

Buon appetito 🙂 !!

Migliotto di Zucca e Tempeh al Rosmarino con Cuisine Companion

image

Con l’arrivo della stagione fredda si fa sempre più costante il bisogno di un’alimentazione  “confortante” e “restitutiva”, che ci fornisca i giusti nutrienti colmando contestualmente anche quel bisogno di tepore e rassicurazione. Il piatto di oggi si inquadra proprio in questi canoni.

INGREDIENTI:

  • 200 g di miglio decorticato
  • 300  g di zucca
  • 100 g di tempeh fatto a cubetti
  • 1 cipolla tritata
  • 1 spicchio di aglio tritato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2 misurini di tamari
  • Olio evo q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • 2 cucchiai rasi di parmigiano vegan per mantecare, se gradito

PREPARAZIONE:

Iniziare tagliando in cubetti il tempeh e preparando la marinata con 2 misurini di tamari, un giro di olio evo e rosmarino q.b. Lasciare da parte cosicché abbia modo di insaporirsi per bene. Sbucciare intanto la cipolla e lo spicchio di aglio e porre il tutto nel Cuisine Companion, azionare a velocità 11 con lama ultrablade per 10 secondi. Cambiare la lama con la pala mescolatrice  e aggiungere un giro di olio evo, nonché attivare il programma slow cook P1 per 5 minuti. Aggiungere il tempeh con tutta la marinata e prolungare le impostazioni altri 5 minuti. Nel frattempo pulire accuratamente la zucca e ridurla in piccoli pezzi. Aggiungerla al boccale con le stesse impostazioni per altri 5 minuti, regolando di sale e pepe. Unire il miglio e tostare per 2 minuti, nonché aggiungere il vino e lasciare sfumare (sempre con slow cook P1)**. Ora non dobbiamo che ricoprire il tutto con 600 ml di brodo ed impostare 28 minuti di cottura a 100° – velocità 2.

A due minuti dal termine della cottura, se lo gradite, aggiungete il parmigiano vegano e una bella spolverata di noce moscata. Se necessario regolate ulteriormente il sale, ma non dovrebbe essere necessario.
image

image

image

image

image

image

image

image

  Bon appetit!!

N.B. ** Nel caso in cui non disponeste di questo tipo di robot e steste cucinando in maniera tradizionale, vi basterà aver cura di mescolare costantemente su fiamma vivace.

*** Per gustare al meglio questo piatto, lasciate riposare 10 minuti prima di servire 🙂 .

Succo di Mele e Zenzero con Cuisine Companion

image

Questa ricetta (che è la conversione di una ricetta bimby) è perfetta per questa stagione, per prevenire l’insorgenza di sindromi influenzali con gusto ed in maniera del tutto naturale.

INGREDIENTI:

  • 500  g di mele fuji o deliziose
  • 1 limone intero
  • 1 cucchiaino raso di pasta di zenzero (o mezzo cucchiaino, a seconda dei gusti)
  • 50 g di zucchero di canna
  • 600 ml di acqua

PREPARAZIONE:

Sbucciare le mele, eliminando il torsolo, tagliarle a pezzettoni ed inserirle nel boccale con lama ultrablade assieme all’acqua, lo zucchero ed il succo di limone previsti dalla ricetta. Cuocere per 11 minuti a 100° – velocità 2.

Al termine, frullare il tutto a velocità turbo per 2 minuti.

Versare in bottiglie di vetro e, a raffreddamento, porre in frigorifero.

Qualora invece voleste conservare il vostro succo in bottigliette monouso, abbiate cura innanzitutto di sterilizzare le bottiglie, nonchè procedere all’imbottigliamento a caldo. Chiudere le bottiglie col tappo a  vite e porle a raffreddare su un piano, capovolte sul tappo, così da creare il sottovuoto. A raffreddamento avvenuto, riporre in un  luogo fresco o in frigorifero.

Consumare il succo in  3-4 giorni dall’apertura.

image